Mi occupo della medicina estetica da tanti anni, più precisamente dalla fine della mia specialità in oculistica, seguivo dei "training" specifici in Germania, quindi da 18 anni.

Le mie specializzazioni sono in oculistica con indirizzo estetico (blefaroplastica) e medicina AntiAging.

Attualmente opero in studi a Milano, Lugano e Varese.

Propongo il metodo di radiofrequenza vulvovaginale perché desidero rivolgermi a tutte le donne che vogliono vedersi e sentirsi meglio nelle loro parti intime con una tecnica non invasiva "soft" senza anestesia e senza "downtime".

Questa nuova tecnica è stata messo a punto da un ginecologo americano, con una particolare sonda "ergonomica" con possibilità di trattare l'area intima sia esternamente che internamente e ciò rende il trattamento unico.

Il trattamento può essere consigliato a donne di tutte le fasce di età.

È un trattamento ambulatoriale di una durata da 30 a 40 minuti dipendente dalla patologia da trattare senza anestesia e senza tempi di "ricupero" cioè con un'immediata ripresa della attività quotidiane compreso quelle sportive.

Gli effetti immediati sono una contrazione dei tessuti dovuta al gentile calore sviluppato dalla radiofrequenza che in questa maniera stimola la formazione di nuovo collagene che dopo il primo ciclo di 3 sedute dura nel tempo.

Non ci sono rischi dato che è un metodo di radiofrequenza a temperatura controllata per evitare qualsiasi surriscaldamento.

Il protocollo prevede 3 sedute a distanza di un mese ciascuna ed un eventuale mantenimento di 1 seduta dopo un anno secondo le problematiche da risolvere.

Le controindicazioni sono i casi di donne con pacemaker o placche mettalliche.

Per ulteriori approfondimenti

Hai delle domande?